Siviglia: tour nelle sue meraviglie.

Persi tra i numerosi negozi del centro commerciale Nervion decidiamo di fare un break al McDonald’s pranzando con calma e Wifi. Scuriosando tra i negozi che si vedono anche in Italia, ad esempio Zara, Bershka, Pull & Bear e Mango, notiamo prezzi leggermente più bassi. Lasciamo il buon fresco del climatizzatore per immergerci nel caldo soffocante andaluso. Ci dirigiamo verso la Piazza di Spagna che tanto ci era piaciuta la sera prima ma che di giorno offre uno spettacolo veramente unico. schermata-2017-01-10-alle-21-27-14Costruita nel 1929, in occasione dell’Esposizione ispano-americana, la Piazza è un semicerchio di 200 metri di diametro con un corso d’acqua all’interno, in cui è possibile navigare noleggiando una barchetta per pochi euro, ponti e un palazzo maestoso lungo la semicirconferenza. Numerose piastrelle di maiolica blu narrano la storia delle province spagnole, con dipinti e mappe. Lasciamo la piazza dopo qualche scatto e ci dirigiamo verso il centro. Arriviamo a Fuente de Hispalis, stazione delle carrozze, da cui è possibile iniziare un tour a cavallo, e luogo di una delle poche fontane con acqua potabile della città. Percorriamo Avenida de Constitucion, la strada principale e caratteristica che porta alla Cattedrale e che prosegue fino all’Ayuntamiento de  Sevilla (Plaza de San Francisco). Ci addentriamo nella parte più commerciale del centro con i suoi negozi e locali; in uno dei negozi acquistiamo qualche souvenir prima di ritornare a casa. Questa serata la passiamo in camera per ricaricare un po’ le pile visto che domani ci aspetterà un lungo tour della città.

Vai alla tappa precedente!

La prima tappa di questa giornata è Piazza America, una delle più importanti e affascinanti dopo Piazza di Spagna. Attraversata la piazza con i suoi numerosi giardini, raggiungiamo la Torre dell’Oro che però decidiamo di non visitare dal momento che non ci sembrava niente di particolare (nonostante la sua importante storia). schermata-2017-01-10-alle-21-39-18Poco più avanti, Plaza de Toros cattura la nostra attenzione e decidiamo di fare il tour (che abbiamo pagato 5€, prezzo studente) e che si è rivelato veramente interessante per noi che non conoscevamo la Corrida. Siviglia è una delle poche città in cui la corrida è legale e molto seguita dai cittadini e l’entusiasmo della guida rende il tour molto piacevole. Attraverso il ponte Isabella ci addentriamo nel quartiere Triana dove è presente il mercado che sfortunatamente troviamo parzialmente chiuso.

Schermata 2017-01-10 alle 21.41.06.pngL’ultima attrazione che non possiamo escludere è il Metropol Parasol, una costruzione molto particolare che dona ombra alla Plaza de la Encarnacion.  Salendo su questa costruzione è possibile ammirare Siviglia da un’altra prospettiva. Prima di tornare a casa decidiamo di dare l’ultimo saluto alla città e quale posto migliore per farlo se non Piazza di Spagna?

Il nostro viaggio comincia QUI!

Nonostante la nostra permanenza a Siviglia sia stata un po’ segnata dagli inconvenienti, siamo contenti di aver scelto questa città perché è quella che meglio rappresenta l’Andalusia. Nella prossima tappa vi porteremo con noi nel mare Andaluso, iscrivetevi per scoprire la Malagueta!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alla prossima, Davide e Giulia!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...